AMERICAN STAFFORDSHIRE TERRIER

    

L’ American Staffordshire Terrier (Amstaff), è una razza canina che si iniziò a selezionare negli Stati Uniti d’America e in Canada intorno al 1885. Tra i suoi antenati figurano due razze canine estinte: il Bull and Terrier (progenitore di tutti i “Terrier di tipo bull”) ed il Blue Paul Terrier, nome preso dal pirata che ne portò alcuni esemplari nella sua terra. Nei primi decenni la razza venne allevata su basi esclusivamente funzionali, per ottenere soggetti particolarmente dotati per il combattimento di cani nell’arena (il “Pit”).

Le origini della razza sono in comune con quelle dell’American Pit Bull Terrier. A partire dagli anni trenta, gli allevatori hanno seguito due correnti diverse, iniziando a selezionare l’American Staffordshire secondo canoni principalmente morfologici-estetici, mentre la storia del Pitbull ha continuato ad essere strettamente legata al mondo dei combattimenti. Caratteristica principale dell’Amstaff è quella di unire un grande temperamento a un gran equilibrio, oltre a possedere una buona socializzazione fin dai primi mesi di vita con altri cani e persone, anche all’esterno del nucleo familiare. Questi pregi sono solo alcuni degli elementi fondamentali che fanno di questi cani eccellenti compagni di vita.

L’Amstaff, nonostante la taglia media, non essendo alto sugli arti, è un cane molto forte; ha una struttura proporzionata, massiccia, muscolosa ma al tempo stesso agile, elegante ed armoniosa. Inoltre il suo coraggio è proverbiale.

Da non dimenticare, l’American Stafforshire Terrier è un cane che necessita di un esercizio fisico regolare.

Classificazione FCI – n. 286
Gruppo:  3 Terrier
Sezione:  3 Terrier di tipo bull
Standard: n. 286 del 1936
Nome originale:  American Staffordshire Terrier
Tipo:  Terrier di tipo bull
Origine:  Stati Uniti Stati Uniti
Altezza: al garrese Maschio 46-48 cm  Femmina 44-46 cm
Peso ideale:  Maschio 24-30 kg  Femmina 18-25 kg

 

STANDARD

ASPETTO GENERALE

L’ AST o AMSTAFF o American Staffordshire Terrier dovrebbe dare una prima impressione di grande forza, un cane ben proporzionato, muscoloso ma agile ed elegante. L’ AST dovrebbe essere ben piazzato, non troppo lungo di gamba o con corporatura esile. L’ AST è robusto e deve dimostrarlo, il corpo ha una giusta armonia. Non deve sembrare un’ insieme di parti ma un corpo solo.

TESTA

Lunghezza media, cranio ampio e profondo, muscoli facciali ben pronunciati, orecchie collocate in alto. La testa da la prima impressione del cane. Il cranio è piuttosto quadrato assieme ai muscoli facciali che sono ben pronunciati. Lo stop, visto di profilo, deve essere ben evidenziato. Sebbene la testa debba dare l’ impressione di forza ed ampiezza, non dovrebbe mai sembrare troppo grande per il corpo. Il cane deve essere sempre armonioso nel suo insieme.

OCCHI

Scuri e tondi, piazzati sul cranio in basso e ben distanziati. Non devono avere palpebre rosa. Le tonalità più scure sono considerate le migliori. Gli occhi troppo vicini tendono a far apparire il muso allungato e sottile, tolgono fierezza all’ espressione tipica della razza.

ORECCHIE

Mozzate o integre. Le orecchie integre dovrebbero essere corte e appuntite o tenute alla “Half rose” (mezza piega). Piegate totalmente saranno penalizzate. In Italia e in molti stati Europei le orecchie tagliate non sono più accettate nelle expo cinofile ufficiali.

MUSO

Di lunghezza media, tondo in superficie con una caduta direttamente sotto gli occhi. Mascelle ben definite. La mascella inferiore deve essere robusta con forza nella morsicatura. Le labbra devono essere vicine e compatte, non molli. Il naso deve essere di colore nero. La mancanza dello stop o troppo poco, non è caratteristica della razza e una testa con un muso simile non ha tipo. La linea superiore del muso deve essere dritta. Siccome stiamo parlando di un cane che deve apparire combattente, forza e fierezza nella mascella devono essere presenti. La mascella inferiore deve essere molto evidenziata, in modo che il muso termini con un’ impressione di squadrato. Se la mascella inferiore recede o è debole e poco profonda, il muso apparirà appuntito e darà l’ impressione nel profilo, di essere più allungato di quanto sia in realtà. Un muso simile manca di forza ed è chiamato “snipy” = simile ad un becco allungato/appuntito. Le labbra devono essere serrate. Le grosse labbra che penzolano erano un vero svantaggio negli animali combattenti, e di conseguenza non erano ben considerate.

SPALLE

Robuste e muscolose con delle scapole ampie ed oblique.

DORSO

Piuttosto corto. Poca inclinazione dal garrese fino alla groppa/posteriore con lieve inclinazione dal posteriore fino alla base della coda. I fianchi leggermente arrotondati verso l’ interno. La superficie del dorso dal garrese al punto dove si unisce la coda con il corpo, viene chiamata “Top Line”. La Top Line dovrebbe essere una linea armoniosa, leggermente più alta nel garrese rispetto alla groppa, con una seconda inclinazione più corta dalla groppa fino all’ inizio della coda che è situata piuttosto in basso. Difetti: una groppa più alta del garrese, oppure una curva convessa netta, che inizia dietro il garrese e diventa sensibilmente pronunciata nella zona dei fianchi. Il corpo deve avere una certa sagoma e non sembrare un tronco o una salsiccia rotonda. Una live sottigliezza della zona dei fianchi è ben accettata, ma non deve essere troppo pronunciata da far sembrare l’ animale sciupato.

CORPO

Costole ben pronunciate/arrotondate, ben sviluppate verso la parte posteriore del corpo e compatte. Arti anteriori (gamba) ben distanziati per dare spazio allo sviluppo del torace. Il torace deve essere ampio e profondo. Il cane appare compatto e non piatto lungo I fianchi, la punta del petto dovrebbe essere abbastanza sviluppata nel suo punto più basso, per trovarsi allineata ai gomiti del cane. La parte anteriore del cane poco sviluppata, è spesso causata da una scarsa angolazione della scapola, che non permette un regolare sviluppo del petto. Un corpo armonioso è quello che si cerca di ottenere sempre.

CODA

Corta, situata in basso, che si assottiglia nella parte finale: non riccia, ne piegata verso il dorso, deve essere integra. La coda “a vite” è considerata atipica. La coda non è altro che la continuazione della colonna vertebrale, quindi una coda storta, o con lievi deformità, o molto fine e di debole aspetto, può indicare una simile deficienza nella colonna.

ZAMPE

Le zampe anteriori dovrebbero essere dritte, con ossa tonde e robuste, la pastorale eretta. Nessuna curvatura in avanti. Le zampe posteriori dovrebbero avere la muscolatura ben definita, assottigliate al garretto che deve essere dritto, le zampe di misura media ben arcuate e compatte. Il portamento deve essere agile/elastico, ne affrettato ne dondolante. Il portamento è un’ altra caratteristica molto importante: l’ AST dovrebbe muoversi in modo baldanzoso e con determinazione, non deve esserci l’ impressione di energia sprecata. Le zampe dovrebbero essere diritte in avanti e tutto il corpo muoversi in armonia.

MANTELLO

Corto, folto, duro al tocco ma lucido.

COLORE

Tutti i colori, unito, a chiazze, a macchie è accettato; sono indesiderati invece i totalmente bianco o più di 80% di bianco, nero e marrone rossiccio, rosso bruno. La pigmentazione comunque è fondamentale. I contorni degli occhi, del naso e delle labbra, dovrebbero essere sempre pigmentati.

PROPORZIONE

Altezza e peso devono essere in proporzione. “In proporzione” sono le parole fondamentali. Il cane deve dare l’ impressione di una certa robustezza, sempre mantenendo l’ armonia e l’ agilità.

DIFETTI

I difetti includono un naso Dudley, occhi chiari o rossi (albino), coda troppo lunga o tenuta male, bocca irregolare. Un naso Dudley è un naso color rosso bruno o rosa pelle. Un naso che è comunemente nero ma ha delle chiazze rosa (a farfalla), è  considerato un difetto. Occhi chiari: ambra, grigio chiaro e azzurro. La coda non deve essere tenuta più in basso del garretto e non più in alto del dorso del cane. E’ considerata una penalità tenere la coda fra le gambe in segno di sottomissione, poichè la razza è conosciuta come fiera e coraggiosa. 

I difetti della bocca sono: quando la mascella inferiore si protende in avanti in modo che gli incisivi inferiori chiudano davanti ai superiori; quando la mandibola superiore si protende così in avanti in modo che ci sia troppo spazio tra gli incisivi superiori ed inferiori; quando la bocca non è perfettamente simmetrica

Seguici